logo

Gli abiti da sposa che hanno cambiato la storia

Ho sempre pensato che la moda fosse una forma di arte, espressione assoluta del tempo e della realtà nella quale si inserisce. Può senza ombra di dubbio apparire più volubile ed effimera di un’opera del Canova ma, se ci pensate bene, non è altro che una rappresentazione puntuale dei cambiamenti sociali, politici ed economici della società. Seguendo questa teoria appare scontato parlare di abiti da sposa che, grazie alle donne che li hanno indossati ed interpretati, siano riusciti a divenire delle vere e proprie icone del tempo in grado di influenzare lo stile di tutte le donne di quell’epoca.

Oggi, il giorno dopo la festa della donna, non potevo non ricordare gli abiti da sposa più “imitati” e discussi degli ultimi decenni, sto ovviamente parlando degli abiti di Grace Kelly, Lady D e Kate Middleton, tre principesse diverse con “matrimoni” diversi. Abiti unici, disegnati per loro e che rappresentavano in pieno la loro personalità.

Chi non ricorda l’abito di Grace Kelly? Un abito elegante ed innovativo per l’epoca, due gonne sovrapposte ed un corpetto in pizzo di Bruxelles rendevano la perfetta silhouette di Grace armoniosa ed eterea nel suo ingresso nella Cattedrale dell’Immacolata Concezione di Monaco.

Completamente diverso quello di Lady D., esuberante, “ingombrante”, con un velo di oltre  sette metri, è da tutti ricordato come l’abito “meringa”; ma era il 1981 e quell’abito era la perfetta rappresentazione dei meravigliosi anni 80′. Era un capo unico, in taffetà di pura seta avorio, con spalle importanti e maniche lunghe; così come impone l’etichetta reale.

Era il 2011 quando Kate Middleton ha sposato William, lei aveva un difficile compito, una inevitabile competizione con Lady D., la principessa triste e ribelle che aveva incantato il popolo inglese. Kate ha fatto una scelta saggia e assolutamente adeguata, scegliere un abito che fosse completamente diverso da quello della madre di William (ricordava in alcuni elementi molto l’abito di Grace Kelly), disegnato per lei da Sarah Burton direttore creativo di Alexander McQueen che è riuscita a creare un abito regale e moderno a cui tutt’oggi le spose continuano ad ispirarsi.

Abiti che come vedete non sono solo “capi” ma diventano manifesti, rappresentazione della realtà, della personalità e dei sentimenti di queste spose “famose” e che, sono riusciti ad influenzare la moda sposa degli ultimi anni e che, non vi nascondo, hanno influenzato anche la mia ultima bridal collection ICONS. C’è sempre bisogno di guardare al passato per capire come e dove andare avanti…

 

E voi a chi vi siete ispirate nella scelta del vostro abito da sposa?

A presto.

Il vostro Enzo

2 thoughts on “Gli abiti da sposa che hanno cambiato la storia”

  1. 3 donne magnifiche, e Kate la mia icona di stile moderna. Tra l’altro l’abito di Kate è ciò che sognavo da ragazzina… Corpetto in pizzo e gonna a campana, semplice ma regale al tempo stesso, di grande eleganza e che dona anche a chi come me che non è altissima. Adoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *