logo

Le origini della Festa del Papà e la sua vicinanza alla sposa

La città d'arte

La figura del padre è considerata fondamentale per la vita dei propri figli fin dall’antichità. Per questo motivo, dai primi decenni del XX secolo, è stata introdotta “la festa del papà”, celebrata il 19 marzo.

Si tratta di una festività legata a San Giuseppe, protettore dei padri di famiglia dal 1871 ma si basa su una tradizione ancora più antica, infatti, i primi a celebrarla furono dei monaci benedettini nel 1030.

Nel mondo dei matrimoni, soprattutto per quanto riguarda la sposa, il padre è una delle figure centrali dell’intero evento perché a lui sono legati moltissimi momenti importanti ed emozionanti.

In passato, il padre era fortemente coinvolto nell’organizzazione del matrimonio. Infatti era lui ad approvare o meno il fidanzamento della figlia ma anche a stimare la dote.

Ad oggi, nonostante tutta la famiglia si prodighi attivamente per la buona riuscita della cerimonia, il papà ha comunque un ruolo fondamentale durante tutta la giornata.

Tra le tradizioni principali riguardanti il padre troviamo innanzitutto, il suo supporto durante l’arrivo in auto della sposa. Secondo il galateo, la sposa siederà sul sedile posteriore a destra mentre lui starà alla sua sinistra. Quando, insieme, giungeranno al luogo prestabilito, sarà il papà ad aprire la portiera alla sposa, dando inizio a uno dei  giorni più importanti della sua vita.

 

 

Una volta arrivati al luogo in cui avverrà la cerimonia, il padre affiancherà la figlia durante il suo percorso lungo la navata. Questo momento ha un significato molto profondo e simboleggia il passaggio da donna nubile a donna sposata ma sempre affiancata dalla propria famiglia, in tutte le decisioni che prenderà durante la vita.  Alla fine del percorso, di consuetudine, il padre darà un tenero bacio sulla fronte della figlia e l’affiderà al futuro marito.

A livello organizzativo, il papà ha il compito di gestire tutti gli ospiti, indirizzandoli verso i luoghi in cui si svolgeranno le diverse fasi del matrimonio.

Anche durante il momento del ricevimento, il padre della sposa ha un ruolo di spicco. Infatti, secondo il galateo, dopo il taglio della torta nuziale, potrà dire qualche parola augurando i migliori auspici ai novelli sposi. In questa occasione, io consiglio sempre ai papà di prepararsi il discorso alcuni giorni prima; questo perché, si tratta di un momento dove è possibile trovarsi sopraffatti dall’emozione. L’unica regola da seguire, però, è parlare a cuore aperto ai propri cari.

 

 

 

Un altro momento molto emozionante, è quello del ballo tra padre e figlia. Successivamente al primo ballo tra gli sposi, con cui si inaugureranno le danze, ci sarà questo momento molto suggestivo per tutti gli ospiti presenti alla cerimonia.

In molte fasi della vita, i nostri papà hanno un ruolo importante. Oggi ho voluto ricordarli durante il giorno del matrimonio, cogliendo l’occasione per augurare a tutti una felice Festa del Papà!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *